Posts Tagged ‘ passione ’

Non tutti i cammini sono uguali. Perché ce n’è più d’uno. Si intersecano a volte, si sovrappongono e aggrovigliano e poi si srotolano. Hanno suoni i cammini, compresi quelli silenziosi. Hanno mani e bocche, orecchie, pensieri. Parole. I cammini li incontriamo e li percorriamo affiancandoci. Le donne e gli uomini che incontriamo. E di cui, modificando vicendevolmente il passo, ci innamoriamo.

Annunci

I suoni, così come le passioni, sono ovunque, in ogni cosa ed in ognuno di noi. A noi trovare il senso, prestando ascolto e risuonando.

Tutto è contemporaneamente. Il flusso bergsoniano è ciò di cui siamo fatti. E ti bevo. Senza dissetarmi mai.

In principio era il verbo. Non è blasfemia associarne il senso all’amore donna uomo. E’ il vortice creatore che accoglie e rigenera. In principio eri tu. Ed in mezzo ed adesso.

Musica dell’apparente non-sense che disvela legami talmenti profondi che le radici trapassano carne e pensieri. E’ un seguire e un precedere. E’ un farsi carico e liberare. E’ un passo di lato e in avanti. Lo scartamento che innova. E’ nuovo e antico. Se stesso e diverso. Non ossimoro ma riconoscimento. E in quanto complesso semplice. Come uno sguardo di sintesi. Una nota. O una parola.

Musica del c’è il nero e il grigio e il rosso e il blu. E per le strade il riflesso d’asfalto sembra danzare sotto i miei piedi. Come un passo a due tra il cielo e il chissà. E’ il viaggio ci dirà.

Un calice di Sagrantino. E una mano che accompagna il dolore alla bocca all’uscita. Liberandomi e tenendomi. Ché fonte inesauribile di musica è. Prendi le mie mani e gli occhi. Ne sei regina, amore mio.

Musica dei giorni, ché come una rosa improvvisa mi rendi il tuo odore. E me ne avvolgo. Senza non è reale. Tutto converge. Tutto si immerge. E tu ed io in mezzo. Reali come l’universo.

Musica della notte – Nuotami come onda e immergendoti e risalendo strappami all’aria e infrangimi su di te.

Con te nella distanza, sono l’orecchio del mondo. In attesa di un mare di primavera. Ché il nostro è già vivo. Non segue stagioni. E’ tempesta e pace. E’ sole e pioggia. E’ coperta calda e ardente nudità. E non esiste notte. E non esiste giorno. E’ solo tempo. Quello costruente il Noi.