Posts Tagged ‘ neruda ’

Leggere e Ascoltare – Neruda / Chick Corea

 

TI RICORDO COME ERI
Pablo Neruda

 

Ti ricordo come eri nell’ultimo autunno.
Eri il berretto grigio e il cuore in calma.
Nei tuoi occhi lottavano le fiamme del crepuscolo.
E le foglie cadevano nell’acqua della tua anima.
Stretta alle mie braccia come un rampicante,
le foglie raccoglievano la tua voce lenta e in calma.
Fuoco di stupore in cui la mia sete ardeva.
Dolce giaciglio azzurro attorto alla mia anima.
Sento viaggiare i tuoi occhi edè distante l’autunno:
berretto grigio, voce d’uccello e cuore di casa
verso cui emigravano i miei profondi aneliti
e cadevano i miei baci allegri come brage.
Cielo da un naviglio. Campo dalle colline:
il tuo ricordo è di luce, di fumo, di stagno in calma!
Oltre i tuoi occhi ardevano i crepuscoli.
Foglie secche d’autunno giravano nella tua anima.

 


Annunci

Best 5 – Libri

Qui per me entriamo in un territorio pericoloso. Ne ho davvero tanti, tantissimi. Non so più dove metterli ché la mia casa è piccolina. Comunque un Best 5 che riguarda non già i libri più belli (secondo noi) che sarebbe troppo dura escludere qualcuno, ma quelli che sono arrivati in un momento particolare della propria vita illuminandoci, rinfrancandoci, anche abbattendoci. Ma che comunque hanno lasciato un segno.

1. Due di due – A. De Carlo

2. Il contrario di uno – E. de Luca

3. Che tu sia per me il coltello – D. Grossman

4. Introduzione alla metafisica – H. Bergson

5. Veinte poemas de amor y una canción desesperada – P. Neruda

Altri millanta potrei. Ce ne sono altri che rileggo. Questi non li rileggo (a parte Neruda), perché non mi darebbero ciò che mi hanno dato al tempo.

Io leggo con la musica, e spesso è questa (tutto l’album)