Posts Tagged ‘ mancanza ’

Aspettando la pioggia mi accoccolo tra i tuoi pensieri.

Tu che possiedi ogni mia molecola nuotami come se fossi mare. Afferrami come se fossi mondo e percorrimi. Vivimi in ogni sensazione emozione parola carnalità. E donami te stessa come per incantamento. Ti custodirò fino alla fine di me.

Andare avanti. E camminando respirare l’indietro. Il cuore consapevole e ad ogni passo un abbraccio. Un pensiero costante che nomina se stesso nell’altro.

Tutto brucia. E ho freddo. Senso dello spazio e del tempo rinnovato. Concepire dimensioni che non so. Mani che vorrei. E occhi da baciare.

Immagini che rendono soli

quelle impresse negli occhi. quelle di passi. di desiderio. di lingua contro lingua. accarezzare la malinconia per arrotondarle gli spigoli acuminati. parole. sostituibili da bocca affamata e carne bruciante. il silenzio dei corpi. immagini che rendono soli e amplificano la mancanza. chiudo gli occhi e aspetto che le tue labbra mi portino via. mangiando il tempo e il desiderio di te.

Musica della notte – Qui è un posto che nessuno mai vedrà

qui, dove mi ricopri di pensieri capelli e pelle. qui dove il non detto è infinitamente più significante di qualsiasi parola. qui, dove la notte e il giorno assumono lo stesso colore con te al mio fianco. qui, dove la tua bocca morde senza far male. qui, dove le mie mani diventano la tua carne. qui, dove ti dico ti amo usando la lingua per sentire il tuo sapore. qui è un posto che nessuno mai vedrà. eccetto noi.

E poi

sentire che mi manca tutto. faccio disfo lavoro organizzo mi stanco. penso alla lavatrice e al frigorifero. alle cose da comprare. a imbiancare. e poi sentire che mi manca tutto. non sono le cose che mi mancano. mi manca la tua mano sugli occhi, la voce nella bocca, la pelle contro la pelle, i passi sincroni guardando per aria e guardandosi negli occhi. mi manca intrecciarmi a te. per chi suonare se non  mi ascolti? per chi parlare?

so però per cosa sono i passi che compio, che compiamo, il tempo che viviamo, le cose che pensiamo. senza te morirei. letteralmente morirei. niente  mi salverebbe. senza te manca tutto. anche il silenzio. solo caos incomprensibile e soffocato.

Musica della notte – Io ci sono

tutte le volte che guardi da questa parte. ed anche quando non lo fai. la mattina, il pomeriggio, al calare del sole, che ci sia la luna oppure no. quando sei stanca e inciampi oppure ridi correndo. ci sono mentre ti versi il the o guardi le montagne. ci sono quando sei silenziosa e pensierosa e quando mi investi di parole di cui ho sempre sete. quando cammini sola per strada. quando lavori o scrivi o leggi. quando sei in compagnia e sorridi e muovi le mani e ti ricomponi i capelli ribelli. ci sono. perché parte della mia natura è esserci. per te.

I am calling you / Can’t you hear me / I am calling you

Mi manca tutto di te come se tu fossi una ricercatrice sulle ande ed io un astronauta

e adesso vengo a prenderti. per salire insieme.

Bastano poche parole

per dire l’amore. il resto è vita. si inanellano aggettivi e sostantivi, collane di punti esclamativi. mentre una tua mano sui miei occhi ha il potere di tutte le parole dell’universo. un tuo sguardo scioglie il periodare più complesso, le tue labbra danno senso all’inespresso. io ti amo. e in questo c’è la mia vita per te.