Lezione di ieri: ciò che non desideri accada potrebbe essere una delle cose più belle che ti possa succedere.

Un po’ di fatti miei.

Tra i lavori che faccio per il comune dove lavoro c’è anche quello di organizzare eventi. Attenzione al denaro dei cittadini e qualità le cose più importanti. Mesi di organizzazione, speranze, desideri, passioni. Prepariamo 10 giorni di spettacoli. Un occhio tutti i giorni al meteo perché l’iniziativa è tutta all’aperto. Ieri il primo concerto: Eugenio Finardi. Tutto il giorno un caldo torrido. Ma le previsioni dicono temporale sicuro a partire dalle 21.00. Noi imploriamo le nuvole di andare via, di girarci intorno. Arriva Eugenio. Seduto con me c’è Mauro Spina (amico di cui ho già raccontato) che suonava la batteria nei Crisalide, la band dei primi dischi di Finardi. Non si vedono da anni. Si abbracciano. Finardi lo invita a suonare due pezzi con lui per il gran finale: Musica Ribelle e Extraterrestre. Fanno il check. C’è ancora il sole. Alle 21.00 tutti pronti e poco dopo arriva il diluvio. Pensieri: che facciamo?  Aspettiamo? C’è rischio? La pioggia è forte e arriva da tutte le parti. I tecnici dicono che è pericoloso. Si tratta. Finardi è disponibile sabato prossimo, il 21. Dobbiamo modificare il calendario. Decidiamo che va bene così. Lui esce. Vede ancora le persone sotto la pioggia e dice: “ragazzi non vi lascio andare via così. Se volete facciamo un paio di brani in acustico sotto il tendone del punto ristoro”, che si chiama Caribe e intorno piove ed è tutto nero. I fonici recuperano un paio di spie, smontano a pezzi la batteria qualcuno per Mauro e qualcuno per il batterista di adesso. Batteria, chitarra e Finardi con l’acustica.

Ha suonato un’ora e mezza. Improvvisando anche un medley tra “No woman no cry” “So Lonely” “Amore diverso” e “Pata pata”, che non ho registrato perché ero imbabolato dal lasciarmi prendere le orecchie dalla musica e gli occhi dal controllare la situazione. Uno spettacolo. Un’emozione per tutti i presenti. Per me e il mio amico-collega, indicibile.

Ho ripreso qualcosa, ma il mio smartphone è una ciofeca. Ecco. Il folletto alla batteria naturalmente è Mauro “Motore” Spina. E sotto si sente anche la mia voce…

 

Annunci
  1. Qualche anno fa, piazza centrale di Montepulciano, stupendo concerto e tanta malinconia.
    (Forse pure un po’ di lacrime, ma ce lo teniamo per noi.)
    Mi piacerebbe tanto rivederlo.

  2. Gran professionista, d’altri tempi direi. Un grande 🙂

  3. Semplicità e disponibilità distinguono la grandezza d’anima di un artista e qui Finardi l’ha dimostrata … grazie di essere passato da me … sono contenta di aver scoperto il tuo blog … Ciao Lia

  4. questo post mi ha fatto un po’ sognare. e stanotte ci voleva.

  5. mi haI un po’ commosso, m’è salito agli occhi un ricordo. E mica era l’unico, di ciò che avviene quando le cose avvengono per il cuore, non per altro e anche il mio ricordo era pieno di musica. hai fatto bene ad ascoltare, la registrazione l’hai dentro e non se ne va.

    • agersocialslow
    • 9 luglio 2014

    Veramente grande senso civile di Finardi e grazie per il fil rouge che ci hai proposto.

  6. Un bel racconto di una serata straordinaria

  7. che belli che sono gli imprevisti..!

  8. Dov’é la voce, stavi cantando anche tu? 🙂

  9. Un professionista come pochi. Bello il tuo racconto della serata.

  10. Ho sentito Finardi in teatro, anni fa, repertorio blues: un genio, un grande…..

  11. grazie per i tuoi passaggi…quando ci fai leggere qualcosa di tuo? 🙂

    • Calo
    • 24 giugno 2014

    è un po’ la mia ragione di vita… tutto quello che sembra improbabile non è detto che sia impossibile!:-)

  12. E’ il bello del vivere la vita come un viaggio…

  13. Com’è vero. Tutto ciò che capita inaspettatamente talvolta è ancora meglio di quello che ci si aspettava.Questo è il bello della vita: rendersi conto che dietro l’angolo tutto può essere meraviglioso. Un abbraccio. Isabella

  14. Bel post, mi piace! 🙂

  15. L’ha ribloggato su Incontro al domanie ha commentato:
    Come dall’energia del caos è possibile ricavare il logos che non ti aspetti. Grazie a chi ha avuto la bontà di raccontare la serata!

  16. Quando l’inaspettato supera le aspettative.
    Grande anche il titolo

    • Cris
    • 15 giugno 2014

    passare di qui, in un modo o nell’altro, è sempre emozione! grazie

    • Scribacchina
    • 15 giugno 2014

    Pensa che ho sempre sottovalutato Finardi, e solo qualche settimana fa mi sono ritrovata ad ascoltare Extraterrestre a bocca spalanca – un giro di basso pazzesco, tra l’altro ho scoperto che in quel brano il basso lo suonava il figlio di Franco Cerri, il che è tutto dire 🙂 E’ stato un piacere leggerti 🙂

  17. In genere è così, ciò che speri non accada, quando accade, è fonte di veri e appassionati ricordi. Credo che la cosa valga per molte esperienze, forse le più significative. La sorpresa è nel scoprire anche la fragilità dei nostri timori.

  18. Anche questo è amore. amore per le persone e per il proprio lavoro. Certe cose accadono quando l’obiettivo non sono i soldi, ma condividere emozioni, affinità…

  19. E cosa volere di più? 🙂
    Bellissima sorpresa, davvero e Finardi è un signore!
    Un sorriso
    Ondina

  20. Bravo cioè generoso Finardi e grazie a te di queste poche immagini.
    shera

  21. Sei proprio sicuro che non l’abbiate desiderato?… Bravissimi, tutti!
    Un 🙂

  22. Questo dimostra che Finardi è davvero un artista, essendo prima di tutto un gran signore! Comunque, è vero, certe volte quello che credi sia un ostacolo si rivela in realtà un trampolino di lancio.
    Certo il tuo lavoro è ben impegnativo, perchè spesso è difficile mettere d’accordo risparmio e qualità.

  23. Le cose improvvisate sono straordinarie…. 🙂

  24. Bellissima extraterrestre ed anche questo messaggio che hai dato… Finardi è un grande artista 🙂

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: