Musica dell’apparente non-sense che disvela legami talmenti profondi che le radici trapassano carne e pensieri. E’ un seguire e un precedere. E’ un farsi carico e liberare. E’ un passo di lato e in avanti. Lo scartamento che innova. E’ nuovo e antico. Se stesso e diverso. Non ossimoro ma riconoscimento. E in quanto complesso semplice. Come uno sguardo di sintesi. Una nota. O una parola.

Annunci
    • il barman del club
    • 23 marzo 2013

    la tua scheda che introduce il pezzo direi che è azzeccata, anche perché voltarsi indietro per camminare più sicuri davanti, è sostanzialmente la sintesi intelligente della giusta ricerca; la propria espressione come estasi della propria interiorità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: