Di quando il pensiero lascia il posto al corpo nato. E di quando le mani si conformano al reale. Lì, tra le pieghe di gambe e labbra, nasce un tempo che riconosciamo. Lo stesso del quando all’improvviso ci sentiamo abbracciati senza tempo.

Annunci
    • dolceuragano
    • 12 ottobre 2012

    Bel video, bellissima song e bello il tuo pensiero..
    buon week-end

    • icittadiniprimaditutto
    • 10 ottobre 2012

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: